Il Progetto – Terza Edizione

IT
EN

Progetto finanziato dalla Legge Regionale 11 aprile 1996, n. 19. Norme in materia di cooperazione con i Paesi in via di sviluppo e di collaborazione internazionale Bando 2017.

Obiettivi

L’obiettivo della terza edizione del progetto DIART è quello di contribuire allo sviluppo (inclusivo e sostenibile) del comparto tessile artigiano tunisino e sardo, valorizzando il patrimonio culturale, in particolare per quanto riguarda la produzione naturale di fibre e tinture, promuovendo nuove iniziative economiche legate alla lavorazione e commercializzazione di materie prime (quali la lana). Nello specifico, il progetto sostiene l’avvio di un canale commerciale tra la filiera tessile artigiana sarda e tunisina creando nuove opportunità economiche e dando visibilità alle produzioni locali.

Attività

Azioni di animazione e sensibilizzazione finalizzate al coinvolgimento diretto dei beneficiari in collaborazione con locali, associazioni e operatori economici del territorio target tunisino e sardo.

Azioni di networking per la messa in rete di imprese locali del comparto produttivo tessile artigiano per parte sarda e tunisina nell’intento di creare un network operativo che comprenda entrambe le sponde del Mediterraneo.

Azione formativa/informativa rivolta a giovani donne disoccupate, artigiane e imprenditrici del comparto tessile, e aspiranti tali, nell’intento di fornire alle discenti una dotazione teorica per l’avvio di attività d’impresa.

Definizione di un marchio comune di eccellenza del prodotto Tappeto Sardo Tunisino.

Scambio di know-how  tra artigiane della tradizione tessile dei due territori.

Beneficiari

Artigiane tessili sarde e tunisine, imprese artigiane, istituzioni locali, associazioni di migranti presenti in Sardegna.

Aree geografiche

Sardegna (Italia) e Tunisia

Soggetti attuatori

Centro Italo Arabo - Sardegna

 

Centre Technique de Création, d'Innovation et d'Encadrement dans le Secteur du Tapis et de Tissage (Tunisia)

 

Università di Cartagine

 

Comune di Samugheo

Diart - Networking development of the textile sector

Project financed by the Regional Law of 11 April 1996, n. 19. Rules on cooperation with developing countries and international collaboration 2017 Call for bids.

AIMS

The aim of the third edition of the DIART project is to contribute to the (inclusive and sustainable) development of the Tunisian and Sardinian artisan textile sector, enhancing the cultural heritage, in particular as regards the natural production of fibers and dyes, promoting new economic initiatives related to the processing and marketing of raw materials (such as wool). Specifically, the project supports the start of a commercial channel between the Sardinian and Tunisian artisan textile supply chain, creating new economic opportunities and giving visibility to local products.

 

ACTIVITIES

Animation and awareness actions aimed at the direct involvement of beneficiaries in collaboration with local, associations and economic operators of the Tunisian and Sardinian target territory.

Networking actions for the networking of local businesses in the artisan textile production sector for the Sardinian and Tunisian sides, with the aim of creating an operational network that includes both shores of the Mediterranean.

Training / informative action aimed at young unemployed women, artisans and businesswomen of the textile industry, and aspirings, with the aim of providing learners with a theoretical endowment for the start of business activities.

Definition of a common brand of excellence of the Tunisian Sardinian Carpet product.

Exchange of know-how between artisans of the textile tradition of the two territories.

BENEFICIARIES

Sardinian and Tunisian textile artisans, craft enterprises, local institutions, migrant associations present in Sardinia.

GEOGRAPHICAL AREAS

Sardegn (Italy) and Tunisia